VISTO TURISTICO ONLINE PER L’INDIA (e-visa)

Come richiedere il visto turistico online per l'India

Premessa

Vediamo come richiedere il visto turistico online per l’India (e-Tourist visa).

Dall’1 aprile 2017 i cittadini italiani possono richiedere online il visto elettronico per l’India (e-visa).
Questa procedura consente di risparmiare tempo e soldi dato che non è necessario recarsi in consolato e neanche spedire il proprio passaporto a qualche agenzia.

In questo articolo vediamo come richiedere il visto online per turismo in India (e-Tourist visa), ma sappiate che sullo stesso sito si possono richiedere anche altri tipi di e-visa per affari (e-Business visa), per cure mediche (e-Medical visa), per conferenze (e-Conference Visa) ed il e-Medical Attendant Visa. La procedura e la documentazione necessaria per questi visti potrebbe essere differente rispetto a quelle per il visto turistico.

Dopo questa introduzione, vediamo come funziona la richiesta del visto turistico.

Indice:
Tipi di visto online per l’India

Quali sono i requisiti?
Costo del visto online per l’India
Quando richiedere il visto?
Dove richiederlo?
Compilazione del modulo di richiesta
Dubbi

Tipi di visto turistico per l’India

Il visto turistico online e-visa per l’India si divide in 3 sottocategorie a seconda della durata del visto:

  • 30 giorni: eTourist Visa (for 30 days)
  • 1 anno: eTourist Visa (for 1 year)
  • 5 anni: eTourist Visa (for 5 years)

N.B.
Il visto da 30 giorni consente l’ingresso in India per un massimo di 2 volte nell’arco di un mese (double entry visa).
Questo visto non è né estendibile né convertibile (non-extendable and non-convertible).

I visti da 1 e 5 anni permettono multipli ingressi in India (multiple entry visa).
La durata di ciascun soggiorno in India per ogni singolo viaggio può essere di al massimo 90 giorni continuativi.
È possibile uscire dall’India prima della scadenza dei 90 giorni, visitare un altro Paese e poi rientrare in India per altri 90 giorni (a patto che il visto non sia scaduto).
La durata di 1 e 5 anni viene calcolata e parte dal giorno che si riceve l’approvazione ETA.

Quali sono i requisiti per richiedere il visto online per l’India?

I requisiti indispensabili per richiedere l’e-visa dell’India sono:

  • La motivazione del viaggio deve essere turismo, affari, conferenze o per cure mediche.
  • Disporre di un biglietto di ritorno e risorse sufficienti a coprire l’intera permanenza in India.
  • Entrare in India tramite uno degli aeroporti o porti autorizzati (vedi liste di seguito).
  • Essere un cittadino italiano o cittadino di uno dei Paesi nella lista e-visa (per vedere la lista completa, cliccare qui e in seguito a sinistra cliccare su “Countries/Nationalities who are eligible to avail eVisa”).
  • Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi (dal momento in cui si entra in India) e con almeno due pagine bianche.
  • Fototessera del richiedente in formato digitale.
  • Fotocopia del proprio passaporto in formato digitale.
  • La durata del viaggio deve essere inferiore a 30 giorni per il visto da 30 giorni. Per i visti da 1 e 5 anni, il limite massimo per ciascun soggiorno in India è di 90 giorni consecutivi.

Gli aeroporti autorizzati sono:
Ahmedabad, Amritsar, Bagdogra, Bengaluru (Bengalore), Bhubaneshwar, Calicut, Chandigarh, Chennai, Cochin, Coimbatore, Delhi, Gaya, Goa, Guwahati, Hyderabad, Jaipur, Kolkata (Calcutta), Lucknow, Madurai, Mangalore, Mumbai (Bombay), Nagpur, Port Blair, Pune, Tiruchirapalli, Trivandrum, Varanasi e Vishakhapatnam.

I porti autorizzati sono:
Chennai, Cochin, Goa, Mangalore, Mumbai (Bombay).

La lista completa ed aggiornata dei porti ed aeroporti autorizzati per l’entrata e per l’uscita del Paese si può trovare sul sito Indian Visa Online cliccando a sinistra su “Authorized Immigration checkposts through which eVisa holders can travel”.

N.B.
Il visto turistico e-visa per l’India non può essere richiesto dai titolari di passaporto diplomatico, di servizio o di laissez-passer.

Costo del visto online per l’India

Il costo del visto online per l’India dipende dal tipo di visto, dalla durata, dal periodo e dalla nazionalità del richiedente.

Di seguito trovate i prezzi del e-Tourist visa per i cittadini italiani (il prezzo è in dollari americani $ – USD):

  • 30 giorni da aprile a giugno: 10$
  • 30 giorni da luglio a marzo: 25$
  • 1 anno: 40$
  • 5 anni: 80$

A questo costo va aggiunta una commissione del 2,5% per la transazione bancaria (applicata dall’emittente dell’e-visa) più un’eventuale commissione/maggiorazione sul tasso di cambio a seconda delle condizioni della carta che utilizzate per effettuare il pagamento.

Se viaggiate spesso all’estero conviene valutare delle carte con buone commissioni per viaggiare.

N.B.
Il costo dell’e-Tourist visa varia a seconda della nazionalità del richiedente.
Potete trovare una tabella con il listino prezzi di ciascun Paese a questa pagina.

Fino a circa metà giugno 2018 il visto online per l’India richiesto dagli italiani era di un solo tipo ed aveva un costo di 50$. Successivamente il prezzo è stato aumentato a 80$, per poi esser suddiviso in diverse tipologie con prezzi differenti.

Il costo per gli altri tipi di visti (e-Business, e-Medical, e-Conference…) si può trovare a questa pagina.

Quando richiedere il visto online per l’India?

La richiesta del visto online turistico per l’India (e-Tourist visa) va fatta prima di arrivare in India, ma non va fatta né con troppo anticipo né all’ultimo secondo.

La domanda per l’e-visa va inviata non prima di 120 giorni e non oltre 4 giorni dall’arrivo in India, altrimenti non sarà possibile selezionare la data di arrivo durante la procedura di richiesta.

Esempio:
Se oggi 1 Settembre fate richiesta per l’e-visa, potrete scegliere come data di arrivo un giorno dal 5 Settembre al 2 Gennaio.

Dove richiedere il visto online per l’India?

Il visto online per l’India (e-visa) può essere richiesto sul sito ufficiale del governo indiano (al momento disponibile solo in lingua inglese).

Una volta aperto il sito ufficiale, in fondo alla pagina troverete un’icona con la scritta “Apply here for e-visa”.
Cliccateci sopra per iniziare la procedura di richiesta online del visto.

Compilando la procedura di richiesta dell’e-visa si otterrà un’ETA – Electronic Travel Authorization (Autorizzazione Elettronica al Viaggio).

Il visto indiano vero e proprio verrà rilasciato una volta arrivati in India in uno degli aeroporti/porti autorizzati a seguito della presentazione dell’autorizzazione ETA.

N.B.
Fate attenzione a quale sito utilizzate per richiedere il visto.
Cercando su Google per un visto ho notato che molte volte appaiono in prima pagina dei siti che sembrano essere “siti ufficiali”, ma in realtà sono delle agenzie intermediarie che richiedono il visto al vostro posto (addebitando però una tariffa aggiuntiva per questo servizio).

Come richiedere il visto online per l'India (e-Tourist visa)

Come compilare la richiesta del visto online

Una volta cliccato su “Apply here for e-visa” si aprirà una pagina con l’e-visa application.

Qui dovrete inserire alcuni dati, rispondere a delle domande, caricare dei file e infine effettuare il pagamento.

Di seguito vediamo alcuni passaggi che potrebbero creare confusione o qualche difficoltà.

Come richiedere il visto online per l'India (e-Tourist visa)

Fate molta attenzione ai dati che inserite.
Controllateli prima di procedere allo step successivo.

1. La prima pagina è semplice.
Per “Port Of Arrival” si intende l’aeroporto/porto di arrivo in India dove si effettuano i controlli in dogana.
In caso di scali, se si hanno dubbi su dove si faranno i controlli doganali è meglio chiedere conferma alla compagnia aerea utilizzata.
Alla voce “Visa Service”, per richiedere un visto turistico bisogna selezionare eTOURIST VISA e scegliere la durata (30 days, 1 year o 5 years).
Successivamente apparirà una nuova selezione dove bisogna indicare il principale motivo del viaggio in India (recreation/sight-seeing, meeting friends/relatives oppure short term yoga programme).

2. Nella seconda pagina viene chiesto cognome, nome, nazionalità, data di nascita etc.
Nel campo “Cittadinanza / Numero di codice nazionale” (Citizenship/National Id No.) va inserito NA se non si ha nulla da segnare.
Lo stesso vale per il campo “Segni di riconoscimento” (Visibile identification marks), in caso non si abbia niente da segnalare bisogna scrivere NA.
La domanda “Have you lived for at least two years in the country where you are applying visa?” significa: “Vivete da almeno 2 anni nel Paese da cui state facendo richiesta del visto?”.

3. Nella terza pagina viene richiesto l’indirizzo del richiedente, dati generali dei genitori, informazioni sul lavoro del richiedente.
Viene chiesto se il richiedente ha genitori o nonni di origine Pakistana.

4. Successivamente vengono richiesti i dettagli del viaggio, i dati di un’eventuale soggiorno precedente in India, i Paesi visitati negli ultimi 10 anni, i dati del referente in India…
Per i “Paesi visitati negli ultimi 10 anni” (Countries visited in the last 10 years), nel caso non ci fosse abbastanza spazio per scriverli tutti è consigliato scrivere i più recenti.
Nel campo “Referente” (Reference), in caso di viaggio organizzato autonomamente si può inserire i dati dell’alloggio in cui si soggiornerà oppure i dati del consolato/ambasciata italiana in India.

5. Bisogna rispondere a delle domande con risposta “Sì” o “No”.

6. Si deve caricare la foto del richiedente in formato digitale.
La foto ha dei requisiti ben precisi. Deve essere:

  • In formato JPEG
  • Dimensione minima 10 KB e massima 1 MB
  • Dimensioni minime 350 pixels x 350 pixels (larghezza x altezza)
  • Recente e su sfondo bianco

7. Si deve caricare una scansione dei dati personali del passaporto del richiedente.
Il file deve essere:

  • In formato PDF
  • Dimensione minima 10 KB e massima 300 KB

8. L’ottava pagina è un riepilogo per la verifica dei dati e infine si procede ad effettuare il pagamento.
Per il pagamento diretto tramite carte (MasterCard, Visa…) è consigliato scegliere l’opzione Axis Bank.

9. Conclusa la procedura, si può stampare l’Application form ed attendere l’email di conferma dell’approvazione dell’autorizzazione ETA.
Una volta ricevuta l’email di conferma con l’approvazione, bisogna ricollegarsi al sito, selezionare “Check your Visa Status”, inserire i dati, scaricare e stampare l’autorizzazione ETA confermata “Granted”.

N.B.
L’ETA va stampata dal sito (controllate che ci sia scritto “GRANTED”) e andrà consegnata all’ufficio immigrazione in India.

Dubbi vari

Il costo di emissione dell’e-visa non è rimborsabile.

L’ETA “Granted” va stampata e consegnata all’ufficio immigrazione in India (dove verranno controllati i documenti e rilevati i dati biometrici).

La durata massima permessa per ciascun soggiorno in India per i cittadini italiani è di 90 giorni (se si possiede un visto da 1 o 5 anni).

Con il visto da 30 giorni si può entrare ed uscire dall’India per 2 volte nell’arco dei 30 giorni.
I 30 giorni vengono conteggiati dalla prima data di ingresso in India.

Per visitare alcune aree come l’Arunachal e il Sikkim è necessario richiedere un permesso speciale (Protected/Restricted Area Permit).

Per “porto di arrivo” si riferisce l’aeroporto/porto dove si fanno i controlli per l’immigrazione.
In caso di dubbi consiglio di contattare la compagnia con cui si vola in India.

Fate attenzione alle caratteristiche specifiche dei file da allegare per il visto (foto digitale e scansione del passaporto).

È necessario viaggiare con lo stesso passaporto i cui dati sono stati utilizzati per richiedere l’e-visa.

Non è necessario richiedere il visto se si fa solo scalo in India come meta intermedia prima di raggiungere un’altra destinazione (non si può uscire dall’area transiti dell’aeroporto).

N.B.

Per chiarimenti e informazioni sulla procedura aggiornata vi invito sempre a controllare il sito ufficiale del governo indiano e, in caso di dubbi, contattare l’assistenza utilizzando il telefono o la email che si trova nel riquadro “eVisa Helpdesk”.