CONFRONTO N26 VS REVOLUT – QUAL È LA MIGLIORE? QUALE SCEGLIERE?

Confronto carta Revolut e N26. Qual è la migliore? Quale scegliere?

Premessa

Mi viene chiesto spesso quali sono le differenze tra Revolut e N26 e qual è la migliore da utilizzare in viaggio.
Ho deciso, quindi, di scrivere un articolo facendo un confronto tra queste due carte ed analizzandole punto per punto.

N.B.
Revolut e N26 offrono entrambe diversi tipi di carte: alcune sono gratis (carte Standard) mentre altre prevedono un canone mensile (N26 You, N26 Metal, Revolut Premium, Revolut Metal).
In questo articolo analizziamo solo le due carte gratuite che non prevedono un canone mensile ovvero N26 Standard e Revolut Standard (confrontarle tutte risulterebbe troppo confusionario).

Se avete intenzione di approfondire tutte le carte N26 e tutte le carte Revolut, vi invito a leggere le recensioni complete che potete trovare ai link di seguito:
Recensione N26
Recensione Revolut

Detto ciò, diamo il via al confronto delle versioni Standard (da qui in avanti ometterò la dicitura “Standard” per non essere ripetitivo).

Indice:
1. Tipo di carta e circuito
2. Tasso di cambio utilizzato
3. Costi per la richiesta/spedizione
4. Età minima
5. Numero di carte
6. App ed usabilità
7. Funzioni smart dell’app
8. IBAN
9. Portafogli multivaluta
10. Assistenza clienti
11. Apple Pay e Google Pay
12. Modalità di ricarica carta/conto
13. Commissioni per pagamenti
14. Commissioni per prelievi ATM
15. Quale carta scegliere? La migliore?
16. Inviti carta gratis

1. Tipo di carta e circuito

Prima di tutto bisogna fare una distinzione sul tipo di carta.
N26 è una carta di debito collegata ad un conto corrente tedesco.
Revolut è una carta prepagata multivaluta (carta-conto multivaluta) con base nello UK (Revolut è una “Electronic Money Institution”).

Il circuito della carta N26 Standard è MasterCard.
Il circuito della carta Revolut Standard dipende dal momento della richiesta. In alcuni casi vengono fornite MasterCard mentre in altri Visa.

N.B.
Quella che in Italia chiamiamo “carta Bancomat” è in realtà una carta di debito.
La carta N26 non è una carta di credito e non lo è nemmeno la carta Revolut.
In entrambi i casi è possibile spendere solamente i soldi che si hanno a disposizione, non c’è la possibilità di avere un fido.

2. Tasso di cambio utilizzato

N26 utilizza il tasso di cambio di MasterCard (essendo le carte N26 tutte fornite da MasterCard).

Revolut, nonostante fornisca carte sia MasterCard che Visa, non applica il tasso né di Visa né di MasterCard.
Revolut utilizza un tasso di cambio interbancario.
Questo tasso di cambio interbancario è dinamico: è un tasso di cambio in tempo reale che continua a variare e ad oscillare all’interno dell’arco della giornata. Utilizzando l’app di Revolut si potrà sapere con esattezza quale tasso di cambio verrà applicato in quel preciso momento della giornata operando con la valuta desiderata.

N.B.
In alcuni casi sia N26 che Revolut applicano delle commissioni che vanno ad incidere sul tasso di cambio applicato (queste commissioni sono spiegate di seguito nei punti 13 e 14).

3. Costi per la richiesta/spedizione

I piani Standard di Revolut e di N26 sono gratuiti e non prevedono nessun pagamento mensile.
N26 può essere richiesta e viene spedita gratuitamente selezionando la spedizione standard (la spedizione express è a pagamento).
Revolut è gratis, ma per avere la spedizione standard gratuita (invece di 6€) è necessario effettuare e completare la richiesta tramite un link di invito (la spedizione express è a pagamento).

Di seguito vi lascio gli inviti per richiedere Revolut e N26.
In entrambi i casi riceverete le carte gratis senza pagare le spese di spedizione standard.

4. Età minima per la richiesta

In entrambi i casi, l’età minima per poterle richiedere è di 18 anni.
Nessuna delle due carte può essere richiesta dai minorenni.

N.B.
Revolut ha introdotto il prodotto Revolut Junior per i minorenni, ma chiaramente non ha le medesime caratteristiche di Revolut Standard qui analizzato.

5. Numero di carte

Può essere richiesta una sola carta N26 per ciascun conto.
Revolut permette di richiedere fino a 3 carte fisiche e 5 carte virtuali (sono previsti dei costi per le carte addizionali).

Come controllare le commissioni per trovare una buona carta adatta per viaggiare

6. App ed usabilità

N26 e Revolut e sono conti e servizi bancari completamente digitali e non dispongono di sportelli fisici.
Tutte le operazioni, il blocco e lo sblocco delle funzioni smart e l’assistenza clienti si possono richiedere tramite l’apposita app per cellulare.
N26, inoltre, ha il vantaggio di poter essere utilizzata anche su computer (Revolut solo su cellulare).

7. Funzioni smart dell’app

Per prima cosa vediamo quali sono le principali funzioni smart in comune.

Le funzioni smart che accomunano Revolut e N26 sono:

  • Congelamento/sblocco completo della carta
  • Acquisti online (attivi/disattivi)
  • Prelievo contanti da sportelli ATM (attivi/disattivi)
  • Cambio dei massimali della carta
  • Assistenza clienti tramite chat interna all’app
  • Creazioni di spazi/cassaforti per accumulare e dividere soldi

Revolut in più ha:

  • Sicurezza in base alla localizzazione GPS del cellulare (attivo/disattivo)
  • Pagamenti con banda magnetica (attivi/disattivi)
  • Pagamenti contactless (attivi/disattivi)
  • Possibilità di acquistare assicurazione medica giornaliera
  • Possibilità di assicurare il proprio cellulare
  • Scambio di soldi gratuito tra clienti Revolut
  • Creazione di portafogli virtuali in diverse valute
  • Creazione di carte virtuali e carta usa e getta

N26 in più ha:

  • Possibilità di cambiare il PIN della carta tramite app
  • Pagamenti all’estero (attivi/disattivi)
  • Scambio di soldi gratuito tra clienti N26 (MoneyBeam)

In entrambe le app ci sono molte funzioni in più di quelle qui elencate, ma queste appena viste sono le più salienti.

Ricapitolando:

Entrambe danno la possibilità di bloccare la carta per gli acquisti, per i prelievi, cambiare i massimali e creare dei salvadanai dove risparmiare soldi.

N26 offre la comodità di poter cambiare il codice PIN della carta in qualsiasi momento (mentre Revolut lo permette solo utilizzando determinati sportelli ATM).

Revolut, d’altra parte, offre una personalizzazione più mirata sul blocco/sblocco dei servizi della carta e dà la possibilità di stipulare assicurazioni aggiuntive tramite app (a pagamento). Inoltre, permette di aprire dei portafogli virtuali in differenti valute (come spiegato nel punto successivo) e di creare delle carte virtuali  ed una carta usa e getta (utili per gli acquisti online).

8. IBAN

Revolut ha un IBAN “GB” inglese.

N26 fino al 26/03/2020 forniva un IBAN “DE” tedesco.
Da fine marzo 2020, i nuovi clienti che aprono un conto N26 ricevono un IBAN “IT” italiano.

9. Portafogli multivaluta

Revolut consente di aprire gratuitamente dei portafogli virtuali in diverse valute.
Al momento le valute sono 30 tra cui: euro EUR, sterlina inglese GBP, dollaro americano USD, yen giapponese JPY, franco svizzero CHF, dollaro canadese CAD, dollaro australiano AUD, dollaro di Hong Kong HKD, baht thailandese THB, rublo russo RUB etc…
N26 è un conto solo ed unicamente in euro (EUR).

10. Assistenza clienti

In entrambi i casi si può richiedere supporto al servizio clienti tramite chat (si trova all’interno dell’app). Nessuna delle due ha degli sportelli fisici.
N26 offre un vasto supporto in lingua italiana.
Revolut ha un servizio clienti veloce ed efficace, ma in lingua inglese (al momento il supporto in lingua italiana non è altrettanto rapido ed efficace).

N.B.
Contattando il servizio clienti di N26 si può richiedere la giacenza media del conto (per ISEE etc.).
Revolut, invece, al momento non fornisce la giacenza media.

Quali sono le commissioni delle carte per pagare e prelevare all'estero

11. Compatibilità Apple Pay e Google Pay

Revolut è compatibile con Apple Pay e con Google Pay.
Anche N26 è utilizzabile sia con Apple Pay che con Google Pay.

12. Modalità di ricarica carta/conto

Come abbiamo visto precedentemente, N26 è una carta di debito collegata ad un conto corrente mentre Revolut in pratica è una carta prepagata.
Questo comporta una differenza sostanziale nel modo di ricarica.

Revolut si può ricaricare tramite:

  • Un’altra carta
  • Bonifico bancario
  • Trasferimento soldi da altri utenti Revolut

N26 si può ricaricare con:

  • Bonifico bancario
  • Versamento contanti tramite CASH26 nei supermercati PENNY Market o Pam (prevede il pagamento di una commissione pari al 1,5% dell’importo depositato)
  • Trasferimento soldi da altri utenti N26
  • Carta di debito e/o Google Pay (prevede limitazioni e commissioni, vedi di seguito)

N.B.
Revolut ha il vantaggio di poter essere ricaricata in maniera gratuita ed istantanea inserendo i dati di un’altra carta.

Da inizio 2020 anche N26 può essere ricaricata da carta, ma le limitazioni e le possibilità sono molto più restringenti.
N26 può essere ricaricata principalmente da carte di debito (Bancomat) e solo per importi limitati (minimo 20€ e massimo 150€). Oltre a questo, la prima ricarica è gratuita, ma dalla seconda in poi è prevista una commissione del 3% sull’importo ricaricato.

13. Commissioni per i pagamenti con carta

N26 non applica nessuna commissione né per i pagamenti in euro né per i pagamenti in altre valute.

Revolut non applica nessuna commissione né per i pagamenti in euro né per i pagamenti in altre valute, ma ci sono dei limiti e delle eccezioni. Nel weekend applica un aumento del tasso interbancario variabile dall’1% al 2% a seconda della valuta in cui si opera.
Oltre a questo, viene applicata una commissione aggiuntiva dello 0,5% nel caso in cui si movimenti o si spenda più di 1.000€ in un mese (0,5% applicato sull’importo eccedente i 1.000€).

N.B.
Per weekend si intende dalle 23:59 di venerdì alle 23:59 di domenica dell’orario UTC (Universal Time Coordinated).

14. Commissioni per il prelievo da sportelli ATM

N26 non applica nessuna commissione per i prelievi in euro.
Per i prelievi in valuta diversa dall’euro, N26 Standard applica una commissione pari all’1,7% dell’importo prelevato.

Revolut Standard non applica nessuna commissione per prelievi in euro o in valuta estera fino ad un massimo di 200€ al mese (o valuta equivalente). In caso di superamento della soglia di 200€ al mese, viene applicata una commissione pari al 2%.
Oltre a questa percentuale, bisogna tenere in considerazione l’aumento del tasso interbancario (tra l’1% e il 2% in base alla valuta) per prelievi nel weekend ed un’eventuale ulteriore 0,5% nel caso in cui si movimenti più di 1.000€ in un mese (0,5% applicato sull’importo eccedente i 1.000€).

N.B.
La banca proprietaria dello sportello “Bancomat” ATM, a sua volta, potrebbe applicare ulteriori commissioni che non dipendono dalla banca emittente della carta utilizzata (per risparmiare vi consiglio di seguire questi consigli per prelevare dagli sportelli ATM).
Per weekend si intende dalle 23:59 di venerdì alle 23:59 di domenica dell’orario UTC (Universal Time Coordinated).

Come prelevare da uno sportello bancomat all'estero

15. Quale scegliere? La migliore?

Sia N26 che Revolut offrono delle ottime carte (utili soprattutto per i viaggiatori).
Le commissioni sono basse se paragonate alla maggior parte delle banche tradizionali e le funzioni smart disponibili sulle app sono comodissime e aumentano il livello di sicurezza per l’utilizzo all’estero.

E quindi? Quale carta scegliere? Qual è la migliore?
Sinceramente io le ho entrambe.
Utilizzando gli inviti che trovate di seguito, entrambe si possono ricevere a casa gratuitamente quindi io le consiglierei tutte e due.
Poi ne utilizzerei una piuttosto che un’altra in base alla singola necessità.

Detto ciò, se ne dovete scegliere solo una, vi consiglio come sceglierla qui di seguito.

Quiz: qual è la carta migliore?

Se dovete sceglierne solo una, vi lascio un piccolo “quiz” per capire quale potrebbe essere la carta migliore per il vostro caso.

Di seguito ho scelto quali sono secondo me 5 delle caratteristiche più importanti per chi viaggia.
Dopo aver letto ciascun punto, date un punto a N26 o a Revolut e alla fine sommate i punti di ciascuna per capire quale carta ha più punti a favore.

1. N26 offre un ampio e veloce supporto in lingua italiana. Da fine marzo 2020 offre un IBAN “IT” italiano.
L’assistenza di Revolut è veloce ed efficace, ma soprattutto se si comunica in lingua inglese. L’IBAN di Revolut è “GB” inglese.

2. Revolut si può ricaricare gratuitamente con carta (oltre al bonifico bancario).
N26 si può ricaricare con carta, ma solo di determinati tipi (carte Bancomat), con importi limitati e pagando una commissione del 3% (dopo la prima ricarica gratuita). D’altro canto N26 si può ricaricare anche tramite versamento contanti nei supermercati PENNY Market o Pam (il versamento contanti prevede il pagamento di una commissione pari al 1,5% dell’importo depositato) oltre al bonifico bancario.

3. Revolut usa un tasso interbancario mentre N26 il tasso MasterCard.
Revolut ha 200€ di prelievi gratis al mese, ma le commissioni variano anche in base ad altri fattori come il momento in cui viene utilizzata la carta e il tipo di valuta dell’operazione. Il tasso applicato da Revolut può essere consultato in tempo reale tramite l’app e continua ad oscillare nell’arco della giornata.
N26 ha una commissione fissa e viene applicata solo in caso di prelievi in valute diverse dall’euro. Il tasso applicato da N26 è quello di MasterCard.
Alla fine dei conti non c’è un singolo vincitore, in alcuni casi è più conveniente Revolut mentre in altri N26.

4. N26 permette di cambiare il PIN in maniera istantanea tramite app.
Revolut non permette il cambio PIN tramite app.

5. Revolut dà la possibilità di creare portafogli virtuali in altre valute e di creare carte virtuali per un utilizzo più sicuro in internet.
N26 ha un conto solo in euro e dà la possibilità di avere una sola carta.

Sommate i punti e scegliete al carta adatta a voi!

Inviti: