CARTA D’IDENTITÀ VALIDA PER L’ESPATRIO

Carta identità espatrio elettronica e cartacea

Quando serve la carta d’identità valida per l’espatrio?

Per viaggiare al di fuori dell’Italia è necessario avere il passaporto o una carta d’identità valida per l’espatrio.
Il passaporto è il documento di identificazione più potente mentre la carta d’identità valida per l’espatrio può essere utilizzata per visitare solo alcuni Paesi.

Dove e come si riconosce una carta d’identità valida per l’espatrio?

Nella carta d’identità formato cartaceo bisogna controllare sul retro del documento.
La carta è valida se sul retro non è presente la dicitura “non valida per l’espatrio”.
Oltre a questo bisogna fare attenzione ad un’altra cosa.
Se si possiede una carta d’identità cartacea valida per l’espatrio ma con apposto un timbro di rinnovo non si potrà usarla per espatriare.
Il timbro di rinnovo viene riconosciuto solo sul territorio nazionale e la carta d’identità quindi non sarà valida per viaggiare all’estero.

Nella carta d’identità elettronica bisogna controllare sulla parte frontale del documento.
La carta è valida se non è presente la dicitura “non valida per l’espatrio”.

Quali Paesi si possono visitare con la carta d’identità valida per l’espatrio?

Con la carta d’identità valida per l’espatrio è possibile viaggiare in una quarantina di Paesi, ma in alcuni di questi è possibile farlo solo rispettando alcune regole e limitazioni (questi Paesi sono contrassegnati con degli asterischi).

I Paesi sono:

  • Albania*

  • Austria

  • Belgio

  • Bosnia-Erzegovina

  • Bulgaria*

  • Cipro

  • Città del Vaticano

  • Croazia

  • Danimarca

  • Egitto**

  • Estonia

  • Finlandia

  • Francia

  • Germania

  • Gibilterra

  • Grecia

  • Irlanda

  • Islanda

  • Lettonia

  • Liechtenstein

  • Lituania

  • Lussemburgo

  • Macedonia*

  • Malta

  • Montenegro**

  • Norvegia

  • Paesi Bassi

  • Polonia

  • Portogallo

  • Principato di Monaco

  • Regno Unito

  • Repubblica Ceca

  • Romania*

  • San Marino

  • Serbia*

  • Slovacchia

  • Slovenia

  • Spagna

  • Svezia

  • Svizzera

  • Tunisia**

  • Turchia**

  • Ungheria

  • Albania*

  • Austria

  • Belgio

  • Bosnia-Erzegovina

  • Bulgaria*

  • Cipro

  • Città del Vaticano

  • Croazia

  • Danimarca

  • Egitto**

  • Estonia

  • Finlandia

  • Francia

  • Germania

  • Gibilterra

  • Grecia

  • Irlanda

  • Islanda

  • Lettonia

  • Liechtenstein

  • Lituania

  • Lussemburgo

  • Macedonia*

  • Malta

  • Montenegro**

  • Norvegia

  • Paesi Bassi

  • Polonia

  • Portogallo

  • Principato di Monaco

  • Regno Unito

  • Repubblica Ceca

  • Romania*

  • San Marino

  • Serbia*

  • Slovacchia

  • Slovenia

  • Spagna

  • Svezia

  • Svizzera

  • Tunisia**

  • Turchia**

  • Ungheria

Limitazioni
* Solo per soggiorni al massimo di 90 giorni.
** Egitto: si può viaggiare con carta d’identità solo per turismo. La carta d’identità valida per l’espatrio deve avere validità residua superiore ai 6 mesi ed è necessario portare due fototessere per ottenere il visto (senza foto non viene rilasciato il visto di ingresso).
** Montenegro: solo per soggiorni al massimo di 30 giorni.
** Tunisia: la carta d’identità valida per l’espatrio può essere utilizzata solo se si viaggia con un gruppo organizzato da “Tour Operators”.
** Turchia: la carta d’identità valida per l’espatrio deve essere perfettamente integra e deve avere una validità residua di almeno 5 mesi. È accettata per coloro che entrano in Turchia attraverso tutte le frontiere per via aerea e marittima e per coloro che entrano in Turchia per via ferroviaria e per via terra dal confine greco e bulgaro.

È necessario avere il passaporto se dalla Serbia si intende passare il confine per andare in Kosovo (la carta d’identità valida per l’espatrio non basta).

N.B.
Tranne indicazioni contrarie, la carta d’identità valida per l’espatrio deve avere sempre come minimo una data di scadenza superiore al periodo di permanenza nel Paese visitato (validità residua pari almeno alla durata del soggiorno).

Le carte d’identità con timbro di rinnovo o proroga non vengono accettate da alcuni Paesi.

Si può andare in Inghilterra con la carta d’identità valida per l’espatrio?

L’uscita del Regno Unito dall’UE è praticamente sicura, ma non si sa ancora bene le tempistiche ed i modi.
Detto ciò, al momento c’è un periodo di transizione che dovrebbe durare fino a dicembre 2020.

Fino a dicembre 2020, quindi, tutto dovrebbe rimanere invariato: si può visitare e viaggiare in Inghilterra (e Regno Unito) con la carta d’identità valida per l’espatrio.

Il passaporto non è indispensabile, ma è comunque consigliato (la carta d’identità cartacea italiana è accettata, ma “non piace” molto).

N.B.
Se volete viaggiare nel Regno Unito fate molta attenzione allo stato in cui si trova la vostra carta d’identità (soprattutto quella cartacea).
Anche un minimo deterioramento potrebbe far sì che la carta d’identità non venga accettata e di conseguenza veniate respinti.

Cosa succederà con la Brexit?

Non c’è ancora nulla di certo: la situazione varierà in base all’esito dell’accordo tra il Regno Unito e l’UE.
Di seguito riporto quelle che, al momento, paiono essere le potenziali conseguenze della Brexit.

Se raggiungono un accordo i cittadini italiani potranno continuare a viaggiare in Inghilterra e nel Regno Unito con la carta d’identità valida per l’espatrio.

Nel caso in cui non raggiungessero l’accordo, inizialmente i cittadini italiani potranno continuare a viaggiare con carta d’identità valida per l’espatrio (indicativamente fino al 2020).
Da fine 2020, poi, verrà reso necessario l’utilizzo del passaporto per i cittadini italiani e degli altri Paesi europei.
Inoltre, senza un accordo (“no deal”)  tra Regno Unito ed Unione Europea, i cittadini italiani potranno restare nel Regno Unito per un massimo di 90 giorni.
Il visto d’ingresso sembra che non sarà necessario fino al 2021, anche se in seguito le cose potrebbero cambiare.

Carta d’identità con timbro di rinnovo o proroga

Se avete una carta d’identità valida per l’espatrio con un timbro di rinnovo o proroga dovete fare attenzione.
Alcuni Paesi non accettano la carta d’identità prorogata con timbro (ad esempio l’Egitto).

Consigli

Prima di organizzare un viaggio consiglio di controllare sempre le regole aggiornate con i documenti necessari sul sito Viaggiare Sicuri.

Oltre a verificare la validità per l’espatrio, assicuratevi di controllare la scadenza e le condizioni della carta d’identità.
Fate attenzione perché una carta d’identità strappata, con foto rovinata o con dati illeggibili verrà rifiutata. Se la vostra carta d’identità è ridotta male vi consiglio di richiederne una nuova prima di partire per evitare problemi.
Se siete in dubbio sulle condizioni malmesse della carta d’identità io consiglio di cambiarla comunque per precauzione perché se non venisse accettata una volta che siete all’estero la situazione diventerebbe piuttosto fastidiosa e complessa.

Ricordatevi, inoltre, che la carta d’identità prorogata con timbro non è accettata da alcuni Paesi.

Il documento migliore con cui viaggiare è il passaporto perché è quello più potente e riconosciuto.
D’altra parte però, richiedere il passaporto è più costoso e ci si impiega più tempo per ottenerlo quindi sta ad ogni persona decidere se vale la pena o meno in base ai propri viaggi in programma.